È nata la prima piattaforma welfare per le aziende conciarie

Da una sinergia tra AssoConciatori, i sindacati di settore CIGL, CISL e UIL, Welfarebit e Onebroker è nata la prima piattaforma web a livello nazionale per il welfare nel settore conciario.

L’iniziativa si rivolge al distretto conciario di Santa Croce sull’Arno e offre la possibilità di trasformare completamente il premio integrativo di zona – che sarà pagato nella primavera-estate 2020 – in welfare aziendale, cioè in visite mediche, diagnostica, asilo o libri per i figli, palestra, col vantaggio del risparmio fiscale per il dipendente (i beni e servizi erogati non sono tassati, a differenza del premio in busta paga) e dell’aumento del suo potere d’acquisto.

La piattaforma welfare è personalizzata sulle esigenze dei lavoratori e delle aziende conciarie. Elena Giani, responsabile welfare di Onebroker, ha sintetizzato così le principali caratteristiche dell’interfaccia informatica:

“Alla piattaforma si accede tramite un indirizzo web. Ciascun lavoratore avrà le sue credenziali per accedere alla piattaforma. Un diagramma circolare indica quanto il lavoratore ha speso in welfare e quanto ancora può spendere. Le sezioni nella colonna a sinistra riguardano le informazioni per accedere alla documentazione per chiedere il credito welfare e la parte dell’assistenza. Lì c’è una parte di tutorial, le domande più frequenti, un archivio dove mettere da parte la documentazione, chiedere assistenza in maniera celere e ricevere le notifiche di Welfarebit. Anche presentare una richiesta di rimborso è semplice, basta selezionare l’oggetto del rimborso, l’importo (che sia compreso nel suo credito welfare rimanente) con i relativi documenti di attestazione di pagamento”.

Oltre a queste funzionalità, che saranno spiegate agli imprenditori con degli incontri formativi, sarà installato anche uno sportello fisico negli uffici dell’Associazione conciatori che aiuterà le aziende a muoversi dentro la piattaforma. A questa possono partecipare tutte le aziende, indipendentemente dalla loro iscrizione ad Assoconciatori. I costi di adesione saranno comunicati durante gli incontri con gli imprenditori.

Per supportare le aziende e i lavoratori nell’ attivazione di questo servizio innovativo saranno organizzati incontri e seminari rivolti ai consulenti del lavoro, alle concerie, ai dipendenti delle concerie e a coloro che sceglieranno di utilizzare lo strumento welfare per il proprio premio integrativo.